Centri Informagiovani per la Provincia di Mantova

Menù

In arrivo #Hire, l'app di Google per il recruiting online.

15-03-2019

Fonte: Newsletter Cliclavoro di Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Marzo 2019

Dopo il lancio in via sperimentale nel 2017 negli Stati Uniti, Google Hire è adesso ufficialmente disponibile anche in Canada e in Gran Bretagna. Lo strumento del colosso informatico di Mountain View ha fatto ufficialmente il suo ingresso nella galassia del recruiting online: l’applicazione ha, infatti, lo scopo di ottimizzare il processo di ricerca e selezione del personale utilizzando l’intelligenza artificiale per rendere il lavoro di chi opera nel settore delle Risorse Umane più rapido e semplice.

Puntando tutto sulla logica dell’efficienza delle attività amministrative, i vantaggi più rilevanti offerti da Google Hire alle aziende che lo utilizzano si traducono nella possibilità di trovare i talenti migliori nel modo più veloce e collaborativo possibile.

  • Google Hire è aperto a tutti gli utenti della G Suite di Google, pertanto, si integra con le altre funzionalità attive per i clienti business, tra cui Gmail, Drive, Google Calendar, Documenti e Fogli. In sintesi, i datori di lavoro hanno tutto ciò che serve per lavorare in unico pacchetto che funziona su computer, telefono o tablet: l’obiettivo dichiarato è, dunque, quello di semplificare la selezione di nuovo personale e gestire l’intero processo di assunzione, dalla preparazione e gestione dei colloqui alla comunicazione con i candidati, all’interno di un unico flusso di lavoro presente nella G Suite. 
  • Ad esempio, i selezionatori possono contattare i candidati tramite Gmail, il quale si sincronizzerà in automatico con Hire. Stessa cosa può avvenire per la schedulazione e la pianificazione delle interviste, che possono essere organizzate con l’aggiornamento automatico di Google Calendar. I dati e le informazioni sui candidati possono essere esportati in formato Excel; anche Google Voice può essere utilizzato per chiamare i candidati e tenere traccia delle conversazioni. Inoltre, la ricerca di nuovi candidati è supportata dalle funzionalità di Google Search e del machine learning. Il tutto con un evidente risparmio di tempo e di risorse finanziarie. 
  • Possibilità di pubblicare offerte di lavoro su più piattaforme “catturando” e tracciando i profili dei candidati potenzialmente idonei, i quali vengono gestiti della G Suite per tutto il processo di selezione.

Fonte: Newsletter Cliclavoro di Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Marzo 2019

Plastic Jumper srls, realizzazione siti internet