Centri Informagiovani per la Provincia di Mantova

Menù

Dove sei: Homepage > Centri Informagiovani > Gonzaga > Viaggia con Noi > PUERTO ESCONDIDO

PUERTO ESCONDIDO

Una continua fuga sotto il sole del Messico

"Messico, un sole che carbonizza i capelli e fa colare il cervello dal naso"

Un personaggio senza nome coinvolto in un delitto, un commissario che vuole eliminare il testimone “scomodo”, una fuga che parte da Bologna e continua attraverso Barcellona, Città del Messico, Veracruz e Puerto Escondido.

La destinazione finale di questo viaggio sarà la cittadina di Puerto Escondido, nello stato di Oaxaca, Messico. Nel corso del libro incontrerete mille peripezie, che aggiungeranno azione alla storia.

Da questo romanzo è stato tratto il film omonimo di Gabriele Salvatores del 1992.

In una calda e opprimente estate bolognese un uomo come tanti, paralizzato dentro una vita che non lo soddisfa e privo di ogni stimolo necessario a darle una svolta, si ritrova catapultato in una storia incredibile nella sua assurdità.

In questa costante fuga senza una meta il protagonista prende un volo per il Messico. Qua ci si immerge nel cuore della storia e si finisce in un mondo dove i ritmi e gli schemi della cultura Occidentale non solo sono lontani anni luce, ma semplicemente non hanno più senso. Un mondo dove la vita la si rischia ogni minuto, e si apprezza ogni minimo dettaglio della vastità che ci circonda. Il confine tra lecito ed illecito, come quello tra realtà e immaginazione si fa sempre più sottile fino a svanire.

Il messaggio che l’autore riesce a trasmettere alla perfezione è come in queste terre, dove la vita è priva dei fronzoli e delle futilità del consumismo, ogni singolo momento venga vissuto appieno e soprattutto quanto siano importanti e preziosi i legami con le persone, che possono ricomparire quando meno lo si aspetta.

Tra un capitolo e l’altro il racconto è ricco di momenti molto forti, che rimangono impressi nella mente anche dopo aver concluso la storia, conditi da uno stile narrativo coinvolgente fino all’ultima pagina. Una volta chiuso il libro si fa fatica a riaffiorare nella realtà: sembra quasi di avere ancora gli occhi accecati dal sole del deserto messicano, inebriati da qualche pezzo di peyote e la musica degli U2 che ancora risuona nelle orecchie.

Le tappe di questo viaggio saranno 6:

.

Ultimo aggiornamento: 05-09-2018

Plastic Jumper srls, realizzazione siti internet