Centri Informagiovani per la Provincia di Mantova

Menù

Dove sei: Homepage > Centri Informagiovani > Gonzaga > Viaggia con Noi > PUERTO ESCONDIDO > 3° Tappa: Barcellona

3° Tappa: Barcellona

Città dallo spirito libero

“Per sbollire la rabbia sono andato al Parque Güell, a perdermi tra le allucinazioni del Gaudí. Ho anche scoperto che quel fuori di testa usava cocci di bicchieri e tazzine per fare mosaici. Poi sono arrivato alla Sagrada Familia; non ho osato salire sulle torri labirintiche, ma ho anche così sentito una specie di vertigine davanti a tanta follia concentrata in mattoni e cemento, in vuoti sospesi e statue contorte.”

Perdetevi tra le Ramblas e nei vicoli del Barri Gòtic; ammirate le contorsioni delle creazioni di Gaudí; sentite i mille profumi del Mercat de la Boqueria ed esultate insieme ai barcelonins al Camp Nou. La città di Barcellona offre a chi la visita innumerevoli possibilità per scoprire e vivere a pieno ciò che la metropoli offre.

Iniziate la visita al capoluogo catalano partendo dalle Ramblas e dal Barri Gòtic, partendo dal Teatre Poliorama e proseguendo fino al Mirador de Colom, che guarda il mar Mediterraneo. 
Durante questo percorso, visitate il Mercat de la Boqueria e assaggiate i piatti tipici della tradizione catalana, come la Coca de San Joan, che è una focaccia con verdure cotta in forno o el pan amb tomaquet, che consiste in pane tostato con pezzi di pomodoro sopra con un goccio d’olio e un pizzico di sale. I barcelonins lo amano mangiare quasi sempre. 

Continuate la visita nel Gran Teatre del Liceu, uno dei teatri più belli d'Europa che dopo l'incendio del 1994 è stato restaurato e riaperto nel 1999 con una grande cerimonia.

Fermatevi per un caffè o una granita in Plaça Reial, dove il giovane Gaudí progettò i lampioni, dando inizio alla restaurazione di Barcellona così come la conosciamo oggi.

La visita prosegue dal Mirador de Colom fino a Plaça del Rei (15 min. a piedi), dove sorge il Museu d’Història de Barcelona, dove passerete attraverso la storia della città, tra domus romane e sale del trono medievali e, nel Salò del Tinell, potrete ascoltare le storie provenienti dall’America di Colombo proprio dove i re Ferdinando e Isabella li ascoltarono per la prima volta.
Concludete questa giornata prima al Alcoba Azul (Carrer de Sant Domènec del Call 14) per qualche tapas accompagnati da un calice di vino, e poi proseguite fino al ristorante Onofre (Carrer de les Magdalens 19), dove potrete assaggiare piatti della cucina catalana e spagnola in un ambiente familiare.

La seconda giornata sarà divisa in tre parti: la mattina sarà dedicata alla visita della Sagrada Familia e al Barri dell’Eixample, il pomeriggio al relax sotto gli alberi del Parque Güell e il tramonto alla Platja del Bogatell, magari sorseggiando qualcosa da un chiringuito sulla spiaggia.

La visita parte dalla Sagrada Familia, ancora in costruzione dal 1883, in quanto i progetti originali di Gaudí sono stati distrutti dagli anarchici nel 1940. Salite sulla facciata della Natività, per godere della vista totale della città dall’alto. Nel 2010 è stato completato il tetto e Papa Benedetto XVI ha consacrato la chiesa come cattedrale.

A pranzo fermatevi all’Alba Granados (Carrer d’Enric Granados 34), dove potrete prenotare un tavolo sulla terrazza al primo piano e godere di un pranzo con vista sul quartiere. Si arriva qui dalla Sagrada Familia con l’autobus H10, salendo sul bus dalla fermata di Mallorca-Marina e scendendo alla fermata di Mallorca-Balmes.

Il pomeriggio continua al meraviglioso Parc Güell, dove Gaudí ha costruito più di 3 Km di vicoletti, sentieri, scalinate, una piazza e due padiglioni d’ingresso. Nel 1922 il parco è acquisito dal Ajuntament de Barcelona e nel 2004 è diventato Patrimonio UNESCO dell’umanità. Dal ristorante si arriva al parco con l’autobus n°24, salendo dalla fermata di Passeig de Gràcia-Mallorca e scendendo alla fermata Ctra del Carmel-Parc Güell.

Dal Parc Güell prendete il bus 92, salendo alla fermata Parc Güell e scendendo alla fermata Avinguda Icaria-Alaba dove proseguendo per la passeggiata sul lungomare arriverete alla Platja del Bogatell, la valida alternativa all’affollata Barceloneta. Qui potrete gustare favolosi cocktails creati nei chiringuitos sulla spiaggia e, seduti o sdraiati sulle amache, potrete ammirare il tramonto del sole nel mar Mediterraneo.

Concludete questa giornata dapprima con una passeggiata sul Passeig Maritim e poi con qualcosa di sfizioso alla Taverna El Guindilla (Carrer del Baluard 38), dove potrete accomodarvi nei tavolini sulla piazza del Barrio de la Barceloneta.

Ultimo aggiornamento: 14-08-2018

Plastic Jumper srls, realizzazione siti internet