Centri Informagiovani per la Provincia di Mantova

Menù

Una nuova porta d’accesso alla Pa: il Portale del reclutamento

12-07-2021

Il "Decreto Reclutamento" DECRETO-LEGGE 9 giugno 2021, n. 80 Misure urgenti per il rafforzamento della capacita' amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l'efficienza della giustizia definisce il reclutamento come terzo pilastro del Recovery Plan che regola le procedure per le assunzioni a tempo determinato nella Pubblica amministrazione e rafforza le attività di formazione dei lavoratori pubblici e l'assistenza tecnica.

Prevede tra le diverse iniziative anche l'attivazione del Portale Reclutamento PA, pensato come piattaforma per la gestione sia dei concorsi che per il conferimento degli incarichi della Pubblica Amministrazione (faceva già parte delle misure previste dalla cosiddetta “Legge Concretezza” (Legge 19 giugno 2019, n. 56).

La presentazione fatta dal Dipartimento della Funzione Pubblica illustra il Portale Reclutamento PA:

  • Il luogo dove si realizzerà l’incontro tra domanda e offerta di lavoro pubblico sarà il Portale del reclutamento: una nuova, rivoluzionaria, opportunità per attuare la riforma del reclutamento garantendo la massima digitalizzazione e la massima trasparenza di ogni selezione. Che cos’è. Il Portale rappresenterà la porta virtuale unica di accesso alla Pubblica amministrazione sia per i concorsi pubblici ordinari, sia per le procedure di reclutamento straordinarie legate all’attuazione del Pnrr. In un unico spazio, ogni cittadino potrà monitorare i bandi concorsuali delle amministrazioni su una mappa interattiva georeferenziata, registrarsi attraverso Spid, Cie e Carta nazionale dei servizi inserendo il proprio curriculum attraverso un form apposito, inviare la domanda di partecipazione, pagare la tassa attraverso PagoPa e seguire le procedure di selezione dall’avvio alla pubblicazione delle graduatorie finali.
  • Ulteriori funzionalità riguarderanno la gestione di modalità di reclutamento diverse da quelle ordinarie, come i tirocini formativi o le procedure fast track previste dal Pnrr o ancora le esperienze di mobilità tra amministrazioni Ue, a cominciare dal Blue Book Traineeship.
  • I vantaggi per amministrazioni e cittadini. Il Portale sarà una banca dati dei fabbisogni, delle competenze e dei profili del personale pubblico. Vantaggiosa per tutti. Le 33mila amministrazioni italiane potranno impostare il reclutamento in base ai propri fabbisogni di competenze, anche attraverso la creazione di skillmatrix (schede per la definizione delle caratteristiche dei profili professionali, delle competenze correlate e delle eventuali esperienze necessarie). Chi aspira a lavorare nella Pa, a sua volta, sarà attratto dalle posizioni più aderenti al proprio curriculum e potrà scegliere in maniera più efficace e mirata le selezioni a cui partecipare.

Il Portale Reclutamento PA sarà operativo a partire da settembre 2021 con le prime funzionalità e poi andrà a regime, con il rilascio del sistema e la migrazione verso il cloud, entro il 2023.

Fonte e informazioni: http://www.funzionepubblica.gov.it/

Plastic Jumper srls, realizzazione siti internet